eMail:

Regolamento e Condizioni

Tassa di soggiorno

La Tassa di soggiorno non è compresa nel prezzo e viene pagata in contanti separatamente dal conto dell'hotel. L'importo è pari a 1,00 € al giorno, a persona, per un massimo di 7 giorni. I bambini fino a 14 anni sono esenti.

Condizioni Generali

I prezzi di pensione completa giornalieri, per persona, si applicano, per una permanenza non inferiore a tre giorni e comprendono: stanza, vitto (colazione, pranzo e cena escluse le bevande), servizio e IVA. I prezzi variano a secondo della categoria dell'esercizio e del periodo stagionale. L'applicazione del prezzo minimo o massimo dipende dal periodo stagionale, dal tipo della stanza (ampiezza, impianti e servizi), dalla esposizione della stessa (fronte mare, lato mare con balcone), dal numero delle persone e dalla durata del soggiorno. Sono inoltre previsti speciali facilitazioni e sconti per famiglie con bambini purché sistemati in camera con due adulti, per gruppi e soggiorni di lunga durata.

I PREZZI di pernottamento. Prima di decidere il pernottamento si consiglia di consultare l'elenco delle camere con l'indicazione dei singoli prezzi, esposto obbligatoriamente in luogo ben visibile, nella "reception " di ogni esercizio alberghiero e di farsi confermare dall'albergatore il prezzo indicato.
I prezzi dichiarati in genere non sono comprensivi di 1° colazione e s'intendono stagione unica.

  • Se una camera a due letti viene assegnata ad una persona sola, il prezzo non potrà superare quello massimo denunciato per le camere a due letti.
  • Se in una camera ad un letto o a due letti viene aggiunto , su espressa richiesta del cliente, un letto supplementare , al prezzo della camera non potrà applicarsi una maggiorazione superiore al 35% del prezzo della camera stessa (nel rispetto del Decreto del Presidente della Giunta Regionale Marche n. 160 del 23/09/1998 art. 2).

Le PRENOTAZIONI hanno valore solo se effettuate per iscritto e per iscritto confermate. Esse possono essere effettuate direttamente presso le Direzioni degli Esercizi prescelti, oppure tramite le locali Agenzie di Viaggio e la Cooperativa Albergatori.

Ad evitare possibili malintesi e contestazioni, si consiglia di definire e farsi confermare ­ per iscritto ­ il prezzo " tutto compreso" , specificando chiaramente il periodo di soggiorno e le prestazioni richieste.

Usi in materia di turismo

Raccolta Prov.le degli Usi pubblicata dalla Camera di Commercio , Industria, Artigianato e Agricoltura della Provincia di Pesaro, approvata con delibera n.378 del 19/11/1992.

  1. Prenotazione senza caparra

    La prenotazione del servizio di sola camera comporta che il cliente inizi il soggiorno occupando la camera assegnatagli entro le ore 13.00 del giorno successivo a quello indicato come arrivo nella prenotazione.
    La prenotazione relativa al trattamento di pensione comporta l'occupazione della camera assegnata entro le 24 ore successive al giorno della prenotazione. Il ritardato arrivo non esime dal versamento del prezzo per la prestazione prenotata e non usufruita. Se entro tali termini il cliente non arriva né dà conferma della prenotazione questa si intende annullata e l'albergatore è sciolto da ogni impegno.

  2. Caparra

    Costituisce prova documentale dell'avvenuta conferma della prenotazione e dà luogo, generalmente, al versamento di un importo pari a quello della prestazione prenotata per almeno tre giorni. Ha natura confirmatoria per l'albergatore, ha invece valore penitenziale per il cliente nel senso che ove la disdetta del contratto non sia intervenuta almeno trenta giorni prima dell'inizio della prestazione essa s'intende perduta.

  3. Rinuncia

    Il cliente che rinuncia al soggiorno prenotato oppure lascia l'albergo o la pensione prima del termine convenuto è obbligato a risarcire l'albergatore del danno subito, pagandogli, in mancanza di caparra o diversa pattuizione, il prezzo della prestazione convenuta per tre giorni.

  4. Inadempienza dell'albergatore

    Se il cliente si presenta entro il termine suddetto e non trova disponibile la camera prenotata ha diritto che l'albergatore gli procuri altra sistemazione in albergo o pensione di uguale categoria o , in mancanza, in servizio di categoria superiore.
    La differenza dell'eventuale maggiore prezzo è a carico dell'albergatore.
    Se il cliente all'arrivo trova che l'ubicazione, le attrezzature e le caratteristiche dell'esercizio non sono apprezzabilmente corrispondenti a quelle promesse o indicate con illustrazioni o scritti, ha diritto di lasciare l'albergo e di essere indennizzato dall'albergatore.
    Ove non vi sia stato versamento di caparra, l'indennizzo consiste in una somma non superiore al 10 per cento del totale della spesa di pensione per l'intero periodo prenotato e per il numero dei componenti della famiglia.

  5. Mezza pensione

    Per "trattamento di mezza pensione", s'intende la somma delle prestazioni di alloggio, prima colazione e di una delle due somministrazioni dei pasti principali (pranzo o cena). Il prezzo della mezza pensione, che non include le bevande, risulta ­ generalmente - ridotto rispetto alla tariffa di pensione di almeno un 10%.

  6. Dizione vista mare, fronte mare, direttamente sulla spiaggia o direttamente sul mare

    Si usa la dizione "vista mare" quando la camera ha finestre o balconi da cui si possa comunque vedere il mare. La dizione "fronte mare" sta, invece, ad indicare camera con diretto prospetto sul mare.
    La dizione "direttamente sulla spiaggia o direttamente sul mare" infine, sta ad indicare che l'ubicazione dell'esercizio alberghiero è contigua all'arenile senza necessità di attraversamento di passaggi pubblici.
    Con la dizione "camera con servizi privati" s'intende che una camera è provvista quantomeno, di doccia o vasca, wc. e lavabo. Per "giardino" s'intende che l'esercizio dispone di un'area verde con attrezzature atte alla sosta e allo svago degli ospiti, per almeno il 50% della capacità ricettiva dell'esercizio.
    La dizione "parcheggio privato" indica la possibilità di sistemazione, in area annessa all'esercizio, per un numero di macchine pari ad un terzo del numero delle camere di cui dispone.
    L'indicazione "telefono" può essere utilizzata solo se almeno un terzo delle camere è dotata di telefono abilitato per chiamate esterne dirette o indirette.

  7. Pensione

    Per trattamento di pensione si intende la somma dell'alloggio della prima e della seconda colazione e del pranzo.
    Nel prezzo della pensione non sono mai comprese le bevande. La prenotazione di pensione, in mancanza di diversa pattuizione impegna i clienti per un periodo di almeno tre giorni. Per periodi di soggiorno inferiori a tre giorni si applicano distintamente i prezzi della camera e quelli di ogni altra prestazione.
    I pasti cui il cliente ha diritto nel giorno dell'arrivo e non consumati possono essere serviti il giorno della partenza senza maggiorazioni di prezzo e , a richiesta, anche con cestino viaggio. I pasti non consumati per qualsiasi ragione in altri giorni del periodo prenotato non hanno diritto a riduzioni di prezzi a favore del cliente. I pasti devono essere di norma , consumati negli appositi locali dell'albergo o pensione nelle ore indicate dall'albergatore. Quelli consumati in altre ore o in altri locali danno diritto all'albergatore di chiedere un supplemento. La giornata di prenotazione inizia alle ore 12. Terminato il periodo di prenotazione la camera deve essere lasciata libera alle ore 10.
    Relativamente al contratto di solo alloggio, se non è stato convenuto altrimenti , lo stesso si intende concluso per una giornata.

  8. Altre norme per il solo alloggio

    La giornata di prenotazione inizia alle ore 12. Terminato il periodo di prenotazioni la camera deve essere lasciata libera alle ore 10. Relativamente al contratto di solo alloggio, se non è stato convenuto altrimenti, lo stesso si intende concluso per una giornata e tecnicamente rinnovata nel caso che la camera non venga lasciata libera entro le ore 12.

  9. Animali

    E' facoltà dell'albergatore rifiutare animali, anche se domestici; se accettati, non potranno essere ammessi nelle sale comuni.

Responsabilità degli albergatori e gestori camping

La responsabilità dell'albergatore per furti o danneggiamenti di oggetti di proprietà dei clienti è prevista in apposita disposizione di legge (Codice Civile, artt. 1783-1784-17855-1786 ).
Tale responsabilità è illimitata quando l'albergatore abbia ricevuto in speciale custodia somme di denaro e oggetti di valore o abbia rifiutato senza giusti motivi un mezzo per custodirli, sempre che il danno sia imputabile a colpa sua o del personale dipendente . In ogni latro caso per le cose a lui non consegnate e portate nell'albergo la responsabilità è limitata al valore di quanto sia sottratto, distrutto o danneggiato fino ad un limite massimo pari a cento volte il prezzo dell'alloggio giornaliero in albergo (Legge 15.2.1977 n. 35 ). Cessa interamente la responsabilità dell'albergatore quando venga provato che il danno sia imputabile a colpa grave delle persone alloggiate o di quella che le accompagnano, le visitano e sono al loro servizio; parimenti cessa quando il danno risulti dipendente da forza maggiore o dalla natura della cosa depositata.
E' fatto obbligo alla persona alloggiata di dare avviso del danno all'albergatore subito dopo averne avuto conoscenza. La responsabilità dell'albergatore comincia nel momento in cui gli effetti sono affidati dal viaggiatore ad un incaricato dell'albergo. Analogamente la responsabilità dell'albergatore cessa alla partenza con la consegna definitiva degli effetti da parte del portiere o di altra persona addetta.

RICHIEDI PREVENTIVO